Copertina Il Banchiere che investiva nel
Foto Guido Crapanzano.jpg

Guido Crapanzano

Autore

 

Dopo aver aperto un'agenzia pubblicitaria, una casa editrice, alcune piccole imprese e una galleria d'arte (in società), Guido Crapanzano si trasferisce a Friburgo, in Svizzera, per seguire le aziende di famiglia, e qui nel 1973 riprende gli studi iscrivendosi all'Institut technique supérieur; in questo periodo compie viaggi negli Stati Uniti d'America occupandosi (per la sua galleria) di arte e antiquariato ma anche di numismatica; divenuto ingegnere industriale con specializzazione in cibernetica nel 1978, si perfeziona al Menthal Research Instistute di Palo Alto, in California, del quale successivamente diventa membro ricercatore in stretta collaborazione con Paul Watzlawick.

Dedito alla ricerca scientifica e a numerosi approfondimenti di studio nell'abito della psichiatria e della neurologia, parallelamente diviene numismatico di fama, collaborando con associazioni, organismi, musei e mostre negli Stati Uniti e in Europa, e curando diversi cataloghi e volumi.

Tornato in Italia negli anni '80, collabora con articolidossier e rubriche alla rivista medica Riza Psicosomatica (della quale acquisisce quote societarie), e si dedica a una fitta attività di docenza e formazione professionale nel campo delle relazioni tra mentecorpo e linguaggio.

Diventato consulente numismatico della Banca d'Italia nel 1986, nel 1997 viene prescelto per rappresentare l’Italia nella commissione della BCE che sceglie i bozzetti delle eurobanconote. Successivamente ottiene diversi incarichi governativi sempre nel campo della numismatica, e interviene da esperto su periodici e in telegiornali e trasmissioni televisive[8][9][10][11][12].

Il 29 luglio 2002 il Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi conferisce motu proprio al "Prof. Guido Celestino Egidio Crapanzano" l'onorificenza di Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana[

Roberto viciani libro.jpg
Roberto viciani libro.jpg

Roberto Viciani

Autore

 

Roberto Viciani vive in Toscana, a Colle Val d'Elsa, tra Firenze e Siena.

E' autore di racconti e libri fotografici.

- Guarda il volo delle Anatre. Editrice Nuovi Autori. Milano 1986

- Falconi e Falconieri. Habitat Rivista di Gestione Faunistica. Siena, Marzo 2002

- Tra i vapori di una Favola. ToscanaQui. Periodico Casa Editrice Bonechi. Firenze, Giugno 2004

- Terra di Colle Val d'Elsa e dintorni. Rovic Edizioni 1995

- Chianti Senese. Giorgio Mondadori Editore. Milano 1998

- Massaciuccoli il lago di Puccini. Greentime Editrice. Bologna 2003

- Acqua di Colle Val d'Elsa. Protagon Editori Nuova Immagine 2005

copertina-libro-jpg Chiarva.jpg
Giorgio Alarico Chiarva foto.jpg

Giorgio Chiarva

Autore

 

Giorgio Alarico Chiarva, classe 1951, laurea in Architettura, è attualmente industriale del
legno di professione. Ha collaborato con alcune testate giornalistiche sia come amministratore
che come giornalista. Ha pubblicato tre libri. Il banchiere Galantuomo esce in una nuova edizione ampliata che ripercorre tutta la vita di A. P. Giannini.

Copertina Il Banchiere di tutti.jpg
Francesca Valente.jpg

Francesca Valente

Autrice

 

Francesca Valente, mediatrice culturale, curatrice, giornalista e traduttrice per oltre trent'anni ha portato il meglio della cultura italiana in Nord America, in qualità di Direttore degli Istituti Italiani di Cultura (IIC) di San Francisco, Toronto, Vancouver, Chicago e Los Angeles. Appassionata promotrice di architettura e design, come pure dell'arte italiana moderna e contemporanea, ha curato mostre - tra gli altri - di Lucio Fontana, Marino Marini, Carla Accardi, Alighiero Boetti, Sandro Chia, Enzo Cucchi, Maurizio Cattelan, Nunzio, Luigi Ontani, Mimmo Paladino, Giuseppe Penone, Michelangelo Pistoletto, Remo Salvadori, Emilio Vedova, Ettore Sottsass e Massimo Vignelli in collaborazione con i principali musei italiani e del Nord America. È stata promotrice dell'installazione permanente della Fontana d'Italia di Enzo Cucchi a Toronto (1992) e ha ideato e organizzato la mostra Leonardo da Vinci e Bill Viola a Los Angeles (2009). Ha diretto il Settore Cultura e Patrimonio presso la Commissione Nazionale Italiana UNESCO a Roma ed è stata portavoce culturale tra il Ministero degli Esteri e la città di Venezia nonché co-curatrice della collezione d'arte contemporanea della Farnesina. A San Francisco ha organizzato una mostra sui drappeggi di Leonardo da Vinci, un tempo appartenuti a Giorgio Vasari, in undici musei universitari da Berkeley a Princeton